Australia: un codice di autoregolamentazione per la tutela del copyright

Il dipartimento federale dell’avvocatura generale australiana ha proposto la creazione di un codice deontologico autoregolamentato che unisca gli Internet Service Provider (ISP) e i legali detentori dei diritti nella lotta contro la pirateria. Un crescente numero di proprietari di diritti, fornitori di servizi, gruppi di utenti ed esperti in materia di copyright, infatti, considera la creazione di un codice una … Continua a leggere

Le evoluzioni dell’economia cinese: chi trarrà i maggiori benefici?

La Cina, recentemente, ha turbato i suoi vicini con battibecchi e con dimostrazioni della propria forza navale. Tuttavia è possibile che siano proprio i rivali di un tempo a trarre i maggiori benefici dal successo economico cinese. Anzi, di fatto – quantomeno da un certo punto di vista – le economie asiatiche stanno già raccogliendone i frutti: la scarsa richiesta … Continua a leggere

Il dilemma indiano, in un’Asia liberale

Cosa succede quando il tuo principale partner commerciale è anche la nazione la cui crescita, senza precedenti e trascurata da un sistema politico fumoso e contorto, ti rende molto nervoso? L’India non è l’unica nazione asiatica che si deve confrontare con queste riflessioni riguardo alla Cina, ma è, tuttavia, una delle nazioni da cui ci si aspetta parte delle soluzioni. … Continua a leggere

In India: l’autostima alla base del vero cambiamento

Se la Cina, è una tigre, l’India è un elefante. Il pachiderma si muove meno rapidamente, una volta partito, tuttavia, mantiene velocità e slancio. Possiamo riassumere così, infatti, la dinamica dell’evoluzione indiana, che negli ultimi venti anni ha cambiato radicalmente l’intero paese.  Nel 1991, l’economia indiana era ancora sotto il controllo – quasi totalitario – dello Stato. Un esempio su … Continua a leggere

Nella provincia di Shenzhen la polizia ha espulso 80.000 indesiderabili

Nel corso di una recente conferenza stampa, la polizia municipale di Shenzhen, Cina, si è vantata di avere condotto, a partire dal 1° gennaio del corrente anno, un’operazione denominata “Cento Giorni” – finalizzata a ripulire la città dalle persone ad alto rischio per l’ordine pubblico – con lo scopo ufficiale di garantire la sicurezza durante le Universiadi di Shenzhen 2011 … Continua a leggere

Chi vuole la pelle di Muhammad Yunus?

Nel dicembre 2010 Muhammad Yunus, pioniere del microcredito, fondatore della Grameen Bank e vincitore del premio Nobel per la Pace, è stato definito “una sanguisuga” da Sheikh Hassina, la Primo Ministro del Bangladesh, che lo ha accusato di arricchirsi sulla pelle dei poveri, imprigionandoli nell’indebitamento. L’atto d’accusa, diretto e senza sfumature, lanciato della Premier pakistana contro la più grande celebrità … Continua a leggere

India e Cina: Mega-popolazione, mega-crescita… mega-corruzione

In India la corruzione non è certo una novità, le recenti vicende giudiziarie, tuttavia, sembrano posizionarla nella stessa classe delle peggiori “cleptocrazie” africane. Non solo la corruzione è politicamente destabilizzante, ma è anche un freno per la rampante economia indiana. La Cina, infatti, invecchia progressivamente e, conseguentemente, perderà il primato relativo alle capacità produttive manifatturiere; l’India, tuttavia, per raccogliere questa … Continua a leggere

Corea del Nord: la dittatura e la fame

Ancora una volta lo spettro della fame minaccia le vite delle popolazioni nord coreane, questa volta, tuttavia, gli Stati Uniti – il paese più umanitariamente generoso al mondo – esitano a rispondere, così come esitano l’Europa e il Giappone, quest’ultimo duramente colpito nelle ultime settimane e di fronte a una seria crisi nazionale. Il tempo, tuttavia, stringe: nessuno mette in … Continua a leggere

Il Giappone può ricostruire su nuove fondamenta economiche

Lo tsunami e il suo impatto sulle centrali nucleari hanno avuto conseguenze drammatiche per il popolo giapponese. Possono esserci, tuttavia, motivi di speranza per la già depressa economia giapponese? Io vedo tre possibilità. Innanzitutto, da oltre un decennio, il Giappone combatte contro una debilitante deflazione economica: i prezzi al consumo sono stati appiattiti al minimo, così come i tassi di … Continua a leggere

Il Giappone lotta per evitare una catastrofe nucleare

Difficile immaginare uno scenario peggiore: tre giorni dopo il sisma di venerdì 11 marzo 2010 – che si è rivelato essere il più potente nella storia del paese – e dopo lo tsunami, che ha fatto a oggi più di 12.000 morti, il Giappone lotta disperatamente per proteggere la propria popolazione da una catastrofe radioattiva. E questa corsa contro la … Continua a leggere