Il fattore umano è essenziale per la crescita dell’Asia dell’Est

Anche gli economisti sbagliano, a volte. Alla fine degli anni ’50 l’economista svedese premio Nobel nel 1974 Gunnar Myrdal dichiarò che Burma e le Filippine erano, a suo giudizio, le due nazioni asiatiche con le maggiori probabilità di crescita rapida. Questa errata previsione – condivisa da molti – si basava in parte sul fatto che le Filippine e Burma (oggi … Continua a leggere

Il servizio sanitario in Indonesia migliora, ma è un processo sostenibile?

L’Indonesia sta per raggiungere le altre circa cinquanta nazioni che, nel mondo, garantiscono ai propri cittadini le cure mediche. Il presidente Susilo Bambang Yudhoyono ha richiesto un fondo di investimento iniziale di 25 trilioni di rupie indonesiane (circa 2,1 miliardi di euro) per un nuovo servizio di previdenza sociale che fornirà copertura sanitaria universale a partire dal 2014. Il presidente … Continua a leggere

Per la prima volta in trent’anni, la bilancia commerciale giapponese segna rosso

Lo scorso 25 gennaio il Ministero delle Finanze giapponese ha annunciato che la nazione ha registrato, per la prima volta in oltre trent’anni, un deficit nel bilancio commerciale di 2.500.000 miliardi di yen (circa 24 miliardi di euro). Le importazioni nipponiche, infatti, sono aumentate del 12%, mentre le esportazioni sono calate del 2,7% rispetto all’anno precedente. Il terremoto del Marzo … Continua a leggere

La demagogia e l’inevitabile declino dell’economia tailandese

Dal colpo di stato che nel 2006 sovvertì il governo di Thaksin Shinawatra, in Tailandia ci sono state due tornate elettorali, nel 2007 e nel 2011, in entrambe nelle quali i partiti allineati al vecchio governo deposto hanno raccolto più consensi di tutti gli altri candidati. Il tutto, ovviamente, mentre Thaksin rimane in esilio. Queste vittorie consecutive sottolineano l’influenza che … Continua a leggere

Bangladesh: “il pret-à-porter” sulla pelle dei poveri

Lo scorso 14 dicembre 2010 un incendio ha devastato una sartoria a Dacca, la capitale del Bangladesh, uccidendo almeno 29 persone e, si stima, ferendone altri 200. Il fuoco ha devastato una fabbrica del gruppo Hameen dove vengono prodotti capi di abbigliamento prêt-à-porter per marche occidentali. Il dramma ha turbato la fragile tregua che si era conclusa solo alcune ore … Continua a leggere

In Tailandia, i lavoratori birmani si ribellano

Per la giovane Eh Mon e per circa altri 900 lavoratori immigrati originari della Birmania, la paura e la sottomissione appartengono ormai al passato. Eh Mon, infatti, è tra gli immigranti che, lo scorso settembre, hanno dichiarato sciopero nella fabbrica della Dechapanich Fishing Net Factory, Ltd, nella località tailandese di Khon Kaen (nord-est), dove si fabbricano reti da pesca. Le … Continua a leggere

Nel Sud-est asiatico mancano gli scienziati

Innovazioni nelle tecniche d’irrigazione, riscaldamento termico, epidemie di influenza, ricerca sulla risicoltura, malattie rare, biocarburanti… Non mancano certo le sfide agli scienziati del Sud-est asiatico e allora perché sono così pochi i giovani che scelgono questa carriera? In occasione dei miei viaggi nella regione, ho incontrato scienziati dalle opinioni molto diverse, che, tuttavia, tendevano ad accordarsi su una cosa: uno … Continua a leggere

Il Giappone e le manovre dello yen

Mi piacerebbe avere un euro – o 111.671 yen – per ogni volta che qualcuno mi ha chiesto: “Se il Giappone è un tale disastro fiscale, come mai la sua moneta non è ancora crollata?” È una domanda corretta in riferimento ad un paese il cui debito pubblico è quasi il doppio dell’economia reale produttiva, in particolare alla luce degli … Continua a leggere

Ondata di suicidi nella fabbrica cinese dove si costruisce l’iPad

Quattro dipendenti della fabbrica cinese di Langhua (città localizzata nel sud del paese) si sono suicidati nel mese precedente l’uscita dell’iPad, il tablet computer di Apple costruito in questo complesso industriale sotto il rigoroso controllo della società Foxconn. È l’iPad che li ha uccisi? Poco più di un mese dopo il lancio ufficiale da parte di Apple della sua “tavoletta … Continua a leggere

L’economia giapponese ancora al secondo posto nel contesto mondiale

Il pesante danno economico e d’immagine che negli ultimi mesi ha colpito alcuni tra i grandi player nipponici dell’economia globale (a partire da Toyota, JAL (Japan Airlines) per arrivare a Sony, passando da Nissan) al quale si va ad aggiungere il crescente numero di disoccupati potrebbe fare credere che la potente economia giapponese abbia i giorni contatti… invece la situazione, … Continua a leggere