Il fattore umano è essenziale per la crescita dell’Asia dell’Est

Anche gli economisti sbagliano, a volte. Alla fine degli anni ’50 l’economista svedese premio Nobel nel 1974 Gunnar Myrdal dichiarò che Burma e le Filippine erano, a suo giudizio, le due nazioni asiatiche con le maggiori probabilità di crescita rapida. Questa errata previsione – condivisa da molti – si basava in parte sul fatto che le Filippine e Burma (oggi … Continua a leggere

Il servizio sanitario in Indonesia migliora, ma è un processo sostenibile?

L’Indonesia sta per raggiungere le altre circa cinquanta nazioni che, nel mondo, garantiscono ai propri cittadini le cure mediche. Il presidente Susilo Bambang Yudhoyono ha richiesto un fondo di investimento iniziale di 25 trilioni di rupie indonesiane (circa 2,1 miliardi di euro) per un nuovo servizio di previdenza sociale che fornirà copertura sanitaria universale a partire dal 2014. Il presidente … Continua a leggere

L’energia in Indonesia: presente e prospettive future

L’Indonesia è il principale produttore di energia del sud-est asiatico, ma ne è anche il maggior consumatore. E mentre le politiche in atto incoraggiano la dipendenza dai combustibili fossili, poco viene fatto per aumentare e incoraggiare lo sviluppo di alternative rinnovabili, malgrado le enormi potenzialità offerte dal contesto geografico, come, ad esempio, l’energia geotermica, che potrebbe facilmente coprire circa il … Continua a leggere

Timor-Est è in pieno boom: ma quanto durerà?

Timor-Est fu colonizzata dal Portogallo nel sedicesimo secolo e chiamata “Timor Portoghese” fino alla sua decolonizzazione. Alla fine del 1975, Timor-Est dichiarò la propria indipendenza, ma poco dopo fu invasa ed occupata dall’Indonesia, che la annesse a se come 27a provincia l’anno seguente. Nel 1999, dopo un atto di auto-determinazione sponsorizzato dalle Nazioni Unite, l’Indonesia rinunciò al controllo del territorio … Continua a leggere

Giacarta, una capitale sul bordo dell’apoplessia

Tutti gli specialisti di urbanistica lo dicono all’unisono: nel 2014, Giacarta, la capitale dell’Indonesia, sarà completamente congestionata, paralizzata dal traffico. Si circolerà, allora, soltanto alla velocità di un pedone. Tanto più che l’incompetenza degli elementi del governo centrale, l’indecisione e – spesso – l’imperizia dei dirigenti locali, la corsa al profitto facile e veloce e l’economia sotterranea, rendono improbabile che … Continua a leggere

L’Indonesia, in futuro, potrebbe avere un presidente non giavanese?

L’Indonesia sta attraversando un periodo di transizione sotto molteplici aspetti: per oltre una decade, ha attraversato trasformazioni sociali, economiche e politiche che hanno portato enormi cambiamenti nel paese. L’isola di Java e la popolazione Giavanese hanno avuto e continuano ad avere un ruolo chiave in questo percorso: con circa il 42% (99 dei circa 230 milioni di abitanti) demograficamente i … Continua a leggere