I social network e il fenomeno della “Facebook Jihad”

Mentre il mondo è impegnato a dibattere delle conseguenze di Wikileaks, emerge nuovo rischio cibernetico: i social network sono diventati uno spazio ideale per reclutare potenziali estremisti.  Potremmo chiamarla la “Facebook jihad”. Lo scorso 4 gennaio, il governatore della provincia pakistana del Punjab, Salman Taseer, è stato ucciso da una delle sue guardie del corpo, Malik Mumtaz Qadri, il quale, … Continua a leggere

Dopo Egitto e Tunisia, ora è il turno dell’Iran?

I manifestanti sono scesi in piazza, sono stanchi di un regime sclerotico e dispotico, che reagisce utilizzando i propri bulli per picchiare la gente e arrestare i leader. I manifestanti, però, sono coraggiosi e continuano le loro proteste, chiedendo a gran voce la caduta del regime e l’inizio di un futuro democratico. Abbiamo già letto questo copione, già visto queste … Continua a leggere

Lo Yemen, una polveriera in attesa di esplodere?

Gli scontri che proseguono da giorni, ormai, in Yemen sembrano forieri di una secessione e non solo alla fuga del presidente, come è successo, invece, in Tunisia e in Egitto. Un po’ di storia, per capire meglio. La repubblica dello Yemen è stata fondata il 22 maggio 1990, quando il Nord e il Sud Yemen, in seguito a una serie … Continua a leggere

India: quanto costa l’amicizia con Washington?

Al termine di una visita di tre giorni che, ai primi di novembre 2010, lo ha visto viaggiare da Bombay a Delhi, Barack Obama ha offerto all’India il suo sostegno per un seggio permanente al consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Un regalo-sorpresa che implica nuove responsabilità per Delhi… e potrebbe rivelarsi – in certa maniera – ingombrante. L’annuncio, fatto … Continua a leggere

Corea del Nord: l’ultima dinastia comunista

Un’assemblea straordinaria del congresso del Partito dei Lavoratori Coreani (WPK) si è tenuta lo scorso 28 settembre 2010 nella grande Mansudae Assembly Hall di Pyongyang, Corea del Nord, durante la quale il “Caro Leader” Kim Jong-il è stato riconfermato segretario generale. In quest’occasione il dirigente nordcoreano dalla salute vacillante ha nominato alla carica di generale il terzogenito, Kim Jong-un, di … Continua a leggere

Taiwan: i rischi del riavvicinamento Pechino-Taipei

La firma, martedì 29 giugno 2010, di un accordo-quadro di cooperazione economica (Economic Cooperation Framework Agreement, o ECFA) tra Pechino e Taipei segna una nuova tappa nella liberalizzazione degli scambi economici tra le due rive dello stretto di Formosa, ma anche del loro riavvicinamento politico. È evidente che, sul piano commerciale, quest’accordo è prevalentemente favorevole a Taiwan. La maggior parte … Continua a leggere

Nepal: le vicissitudini senza fine di un vecchio regno ora nuova repubblica

Nella lontana Asia, non è soltanto l’attuale Birmania a vivere giorni di tensione e ad assistere a grandi movimenti popolari e a manifestazioni anti governative che riuniscono decine di migliaia di contestatori che rimangono nelle piazze per giorni, a volte per settimane. Se Bangkok respira ancora oggi al ritmo del braccio di ferro tra il governo e le “camicie rosse”, … Continua a leggere

L’acqua in India: una sfida sociale e geopolitica

Per quanto possa non piacere al settore “high-tech”, l’India resta soprattutto una “monsoon economy”, un’economia rurale dipendente dai monsoni che, ogni anno, colpiscono il paese. Nel 2009, una deludente stagione delle pioggie – la più debole dal 1972 – ha influito pesantemente sulla produzione agricola, obbligando le autorità a prevedere, per la prima volta da venti anni, la necessità di … Continua a leggere

L’Indonesia, in futuro, potrebbe avere un presidente non giavanese?

L’Indonesia sta attraversando un periodo di transizione sotto molteplici aspetti: per oltre una decade, ha attraversato trasformazioni sociali, economiche e politiche che hanno portato enormi cambiamenti nel paese. L’isola di Java e la popolazione Giavanese hanno avuto e continuano ad avere un ruolo chiave in questo percorso: con circa il 42% (99 dei circa 230 milioni di abitanti) demograficamente i … Continua a leggere

Iran, quale regime?

Lo scorso lunedì 15 febbraio 2010, il segretario di Stato americano, Hillary Rodham Clinton, ha definito il regime iraniano una “quasi-dittatura” militare. Malgrado la signora Clinton abbia spesso un tono pacato e diplomatico, e malgardo parlasse ad un gruppo di studenti universitari, il suo discorso non è sembrato tanto una dissertazione accademica quanto una vera e propria presa di posizione. … Continua a leggere