Cina: Bo Xilai, la caduta di un astro nascente

Il brusco licenziamento, lo scorso 8 marzo, di Bo Xilai, il capo del Partito Comunista della “megalopoli” sudoccidentale di Chongqing, è stato percepito, da alcuni osservatori locali, come una vittoria per le correnti riformiste e una bruciante sconfitta per quella che viene definita “la nuova sinistra”, tra le cui fila Xilai era emerso come paladino. Fonti di stampa cinesi riportano … Continua a leggere

Timor-Est è in pieno boom: ma quanto durerà?

Timor-Est fu colonizzata dal Portogallo nel sedicesimo secolo e chiamata “Timor Portoghese” fino alla sua decolonizzazione. Alla fine del 1975, Timor-Est dichiarò la propria indipendenza, ma poco dopo fu invasa ed occupata dall’Indonesia, che la annesse a se come 27a provincia l’anno seguente. Nel 1999, dopo un atto di auto-determinazione sponsorizzato dalle Nazioni Unite, l’Indonesia rinunciò al controllo del territorio … Continua a leggere

Cina: Changsha, 15 esecuzioni in un solo giorno

La notizia: Lo scorso 29 dicembre, al mattino presto, nella città di Changsha, capitale della provincia di Hunan, nella Cina centro-meridionale è stata emessa una sentenza per gravi crimini, in linea con le direttive centrali riguardo alla pena capitale indicate dalla Corte Suprema Popolare. La sentenza di Changsha ha condannato a morte un gruppo di uomini accusati di attentato, omicidio … Continua a leggere

Nella provincia di Shenzhen la polizia ha espulso 80.000 indesiderabili

Nel corso di una recente conferenza stampa, la polizia municipale di Shenzhen, Cina, si è vantata di avere condotto, a partire dal 1° gennaio del corrente anno, un’operazione denominata “Cento Giorni” – finalizzata a ripulire la città dalle persone ad alto rischio per l’ordine pubblico – con lo scopo ufficiale di garantire la sicurezza durante le Universiadi di Shenzhen 2011 … Continua a leggere

India e Cina: Mega-popolazione, mega-crescita… mega-corruzione

In India la corruzione non è certo una novità, le recenti vicende giudiziarie, tuttavia, sembrano posizionarla nella stessa classe delle peggiori “cleptocrazie” africane. Non solo la corruzione è politicamente destabilizzante, ma è anche un freno per la rampante economia indiana. La Cina, infatti, invecchia progressivamente e, conseguentemente, perderà il primato relativo alle capacità produttive manifatturiere; l’India, tuttavia, per raccogliere questa … Continua a leggere

In India, le soffitte sono piene, ma i poveri hanno fame

L’India crolla sotto le riserve di cereali. Riso, grano ed altre materie prime marciscono all’aperto, a causa della mancanza di luoghi di immagazzinaggio adeguati. Queste riserve create e gestite dal governo indiano per fare fronte alla possibile diminuzione della produzione agricola, ad esempio in caso di siccità o di inondazioni, sono anche quelli destinati ai più bisognosi e sono venduti … Continua a leggere