Al-Qaida: rappresaglie nel futuro del Pakistan

Lo scorso 1° maggio, nel corso di un attacco condotto da forze speciali americane in collaborazione con reparti dell’esercito pachistano in un edificio rinforzato di Abbottabad, a circa 65 km a nord della capitale pachistana Islamabad, Osama Bin Laden è stato ucciso. Il comando di Al-Qaida, ora, si prepara a passare alle mani di alcuni capi, designati a suo tempo … Continua a leggere

Sul perché gli Stati Uniti e i loro alleati dovrebbero lasciare l’Afganistan

Quanto tempo ci vorrà ancora ai dirigenti occidentali per capire che fare la guerra in Afganistan rappresenta il peggior modo per contrastare il terrorismo islamico? Quando prenderanno atto che l’intervento militare degli Stati Uniti e della NATO nel paese dei talebani non fa altro che peggiorare la minaccia da cui vogliono proteggersi? Quante migliaia di morti inutili e quanti miliardi … Continua a leggere

Yemen: dalla repressione antiterrorista alla repressione antidemocratica

Nel 2010, Ali Abdullah Saleh celebrerà i suoi trentadue anni a capo dello stato yemenita. Dal 1990, con l’unificazione del paese, il suo potere si è esteso anche alle province del Sud, che, dopo la partenza delle truppe britanniche, nel 1967, si erano raccolte nella “Repubblica democratica e popolare dello Yemen” governata da un regime socialista e sostenuta dall’URSS. La … Continua a leggere