Afghanistan: continuano le proteste in seguito al rogo del Corano

Sono continuate per il terzo giorno le proteste da parte della popolazione afgana in seguito alla distruzione di alcune copie del Corano e di altro materiale religioso, avvenuta nella principale base militare in Afghanistan a Bagram. Le proteste, in alcune zone del paese, sono diventate violente, determinando scontri che hanno provocato sette vittime e molti feriti. Il presidente afgano Hamid … Continua a leggere

I “rotoli” ebrei erranti in Afganistan

Studiosi stanno esaminando minuziosamente una serie di pergamene ebraiche medievali, ritenute di origine afgana, delle quali si mormora sempre più negli ultimi due anni. I documenti, probabilmente fatti uscire di nascosto dall’Afganistan, si trovano attualmente a Londra e si crede siano appartenuti a commercianti ebrei che si muovevano sulla “Strada della Seta”, l’antica via commerciale che attraversava l’Asia centrale. I … Continua a leggere

I giocatori afgani sognano la gloria “ovale”

Anche se altri sport – come il cricket ad esempio – sono predominanti in Afganistan, un piccolo, crescente, gruppo di uomini ha abbracciato il rugby, sperando, in futuro, di potersi unire all’International Rugby Board, che, dal canto suo, sta investendo per ampliare la penetrazione di questo meraviglioso sport nei paesi asiatici. Approfodimento Fonte: Afghan players dream of rugby glory By … Continua a leggere

Sul perché gli Stati Uniti e i loro alleati dovrebbero lasciare l’Afganistan

Quanto tempo ci vorrà ancora ai dirigenti occidentali per capire che fare la guerra in Afganistan rappresenta il peggior modo per contrastare il terrorismo islamico? Quando prenderanno atto che l’intervento militare degli Stati Uniti e della NATO nel paese dei talebani non fa altro che peggiorare la minaccia da cui vogliono proteggersi? Quante migliaia di morti inutili e quanti miliardi … Continua a leggere