Timor-Est è in pieno boom: ma quanto durerà?

sud-est asiatico,piccole isole della sonda,timor est,timor-leste,politica,economia,social,corruzione,democrazia,australia,indonesia,portogallo,paceTimor-Est fu colonizzata dal Portogallo nel sedicesimo secolo e chiamata “Timor Portoghese” fino alla sua decolonizzazione. Alla fine del 1975, Timor-Est dichiarò la propria indipendenza, ma poco dopo fu invasa ed occupata dall’Indonesia, che la annesse a se come 27a provincia l’anno seguente. Nel 1999, dopo un atto di auto-determinazione sponsorizzato dalle Nazioni Unite, l’Indonesia rinunciò al controllo del territorio e il 20 maggio 2002 Timor-Est divenne il primo stato sovrano del 21° secolo.

sud-est asiatico,piccole isole della sonda,timor est,timor-leste,politica,economia,social,corruzione,democrazia,australia,indonesia,portogallo,paceDestinata alle urne il prossimo 17 marzo, Dili, la capitale, sembra oggi una città più sicura, felice e soddisfatta di quella che andò alle urne cinque anni fa, quando l’atmosfera era tale che i tassisti non si sentivano sicuri per le strade dopo il tramonto.

Oggi il porto di Dili è affollato ogni sera di coppiette e di famiglie a spasso tra bancarelle che vendono pollo satay, pesce alla griglia e birra e i ristoranti eleganti, che una volta attiravano quasi esclusivamente clienti internazionali, ora servono una buona percentuale di Timoresi.

I soldi “sciabordano” nella capitale come vino in un decanter: oggi a Dili ci sono negozi di abbigliamento per neonati, lavanderie a secco, enoteche e persino un negozio che vende acquari, un chiaro segno di una crescente ricchezza e della presenza di reddito disponibile. Un grande centro commerciale ha aperto lo scorso anno, nuovi edifici pubblici crescono rapidamente e Hummer dai finestrini oscurati intasano le strade della capitale, zigzagando tra le pozzanghere: in questa città è in atto una vera e propria corsa all’oro!

sud-est asiatico,piccole isole della sonda,timor est,timor-leste,politica,economia,social,corruzione,democrazia,australia,indonesia,portogallo,paceLa ricchezza è alimentata dalle riserve di petrolio e di gas estratte nel tratto di mare tra la costa del sud e la zona di Darwin, in Australia (i giacimenti di Greater Sunrise), giacimenti la cui produzione copre circa il 75% del Prodotto Interno Lordo di Timor-Est e, sull’impeto di questo flusso economico, il governo sta cercando di comprare il paese fuori dalla povertà. Nel 2002 il budget era di 56 milioni di euro, quest’anno sarà di 1,4 miliardi: gli ambiziosi piani futuri richiederanno finanziamenti pubblici ancora maggiori – forse anche i prestiti e l’indebitamento ai quali i governi precedenti avevano resistito in modo molto fermo.

Timor-Est sta rischiando di ripercorrere gli stessi errori commessi da altre nazioni che, arricchitesi grazie alle proprie risorse naturali, si sono poi ritrovate assediate da una serie di effetti collaterali, effetti che includono: corruzione rampante, inflazione, diseguaglianze, favoritismi, crescente indebitamento, mancanza di focalizzazione sul consolidamento di altri aspetti dell’economia e progetti prestigiosi che sovraccaricheranno il capitale umano che invece sarebbe opportuno dedicare alla costruzione di un governo efficace.

sud-est asiatico,piccole isole della sonda,timor est,timor-leste,politica,economia,social,corruzione,democrazia,australia,indonesia,portogallo,paceNel suo patinato “piano strategico di sviluppo 2011-2030”, il governo ha indicato come obiettivo primario quello di trasformare Timor-Est in una nazione dal reddito medio-alto in meno di venti anni. Ci sono piani per sette università, internet ad alta velocità (in una nazione non ancora completamente coperta dalla rete elettrica), riserve alimentari che superino la necessità, un sistema universale di previdenza sociale, una rete estesa di parchi nazionali terrestri e marini, una circonvallazione che copra tutto il territorio e un sistema legale che regoli quasi ogni possibile pratica e comportamento.

L’autostima nazionale è molto alta: il ministro delle finanze Emilia Pires considera il suo piccolo paese come una potenza economica asiatica a tal punto, che nel 2010 ha dichiarato alla rivista inglese di viaggi e lifestyle Monocle che “se la prima decade del 21° secolo è stata dominata dalla Cina, la seconda sarà di Timor-Est”.

sud-est asiatico,piccole isole della sonda,timor est,timor-leste,politica,economia,social,corruzione,democrazia,australia,indonesia,portogallo,paceMa le potenziali riserve di Timor-Est sono, di fatto, piuttosto ridotte e il paese, oggi, è la nazione al mondo più dipendente da ricavi provenienti da risorse naturali, risorse che, tuttavia, renderanno meno di due euro/per persona/al giorno per alcuni decenni e che potrebbero finire prima che i neonati di oggi finiscano il liceo: senza una soluzione alle divergenze riguardo ai giacimenti petroliferi di Greater Sunrise, la rendita derivante dalle risorse naturali di Timor potrebbe esaurirsi entro i prossimi dodici anni.

La domanda, tuttavia, resta: i sorrisi e l’atmosfera felice di oggi sono una bolla temporanea, gonfiata dai proventi delle risorse naturali o sono l’inizio di qualcosa di duraturo?

sud-est asiatico,piccole isole della sonda,timor est,timor-leste,politica,economia,social,corruzione,democrazia,australia,indonesia,portogallo,pace

Approfondimento

Link Repúblika Demokrátika Timór Lorosa’e (Timor Est) fonte Virgilio Sapere / Wikipedia

Scritto: da Luis Batista

 

La cultura dell’Asia e dell’area del Pacifico, le loro tradizioni, la politica e l’economia del quadrante, la loro arte, la loro storia e la loro filosofia ti affascinano e sei sempre alla ricerca di informazioni o di chiarimenti? Su Virgilio Genio trovi le risposte migliori e le persone più esperte per risolvere i tuoi quesiti.

 

Codice QR dell’articolo: Timor-Est è in pieno boom: ma quanto durerà?

qrcode

QR Code Generator / Info, Supporto & FAQ

 

Disclaimer

Asia Focus non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7 marzo 2001 e nella fattispecie non è sottoposto agli obblighi previsti dalla legge n° 47 dell’8 febbraio 1948.

L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti ad esso collegati.

Alcune, immagini e materiale multimediale in genere inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, si prega di comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimossi.

 

Timor-Est è in pieno boom: ma quanto durerà?ultima modifica: 2012-01-31T18:34:00+01:00da bellefotoblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento