Trascinato dall’Asia, il settore immobiliare commerciale ritrova il suo vigore

asia,settore immobiliare,economia,attualità,finanza,denaro,investimentoPer quanto riguarda il numero di costruzioni di uffici o di strutture industriali a livello mondiale, la situazione sembra essere tornata alla normalità e la crescita del settore dovrebbe proseguire anche quest’anno.

Dopo il crollo del 2009, il mercato del settore immobiliare commerciale mondiale sembra già essere tornato alla normalità: le opportunità d’acquisto che si presentavano un anno fa, sia in Europa che negli Stati Uniti e in Asia, riguardanti sia gli edifici “amministrativi” sia quelli industriali a prezzi stracciati, “sono ormai storie del passato”, afferma la società di consulenza di gestione immobiliare DTZ nello studio pubblicato “Money Into Property”. 

asia,settore immobiliare,economia,attualità,finanza,denaro,investimentoQuesto non significa che non ci siano buone opportunità da realizzare – tutto dipende dalle proprietà in vendita e dalla loro posizione – ma le quotazioni ormai sono tornate, globalmente, al loro “giusto livello”.

Le cifre che illustrano il rinnovato interesse degli investitori per il settore immobiliare commerciale parlano chiaro: il numero di queste transazioni, l’anno scorso, è salito del 76% per un valore pari a 342 miliardi di dollari, in un mercato totale il cui valore è cresciuto del 4% rispetto al 2009, a circa 11.000 miliardi. Notevole il picco di crescita dell’area Asia-Pacifico, che ha visto raddoppiare le transazioni raggiungendo i 158 miliardi con un +116%. L’anno scorso questa zona rappresentava il 46% del totale delle operazioni, contro il 17% registrato prima della crisi del 2007. Al contrario, la quota degli Stati Uniti è scesa del 14% (+46% per 47 miliardi di dollari), il volume più basso mai registrato dalla DTZ.

In mezzo l’Europa, che resta il mercato più ambito. Secondo le previsioni di DTZ, L’Europa dovrebbe essere la regione più dinamica quest’anno con un +20% di transazioni, mentre l’area Asia-Pacifico dovrebbe aver raggiunto il suo limite massimo. Oltreoceano, invece, ci si aspetta una progressione modesta (+6%).

asia,settore immobiliare,economia,attualità,finanza,denaro,investimentoQuesta immagine mondiale nasconde, ovviamente, molte sfumature: in Europa, ad esempio, sono i paesi nordici ad essere in pieno boom, mentre il mercato è in recessione nelle periferie meridionali del PIIGS (Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna) e in ripresa in Gran Bretagna. Se si accettano i rischi, le opportunità più interessanti attualmente sono certamente nell’area PIIGS.

Ma vale la pena entrare un po’ più nel dettaglio: secondo lo studio, Londra, Varsavia e Francoforte restano le città dove l’acquisto di immobili destinati a uffici risulta pagante in termini di rendimento, mentre Parigi, Dublino e Budapest sono palesemente più costosi.

Nelle costruzioni destinate al commercio, invece, Budapest è una delle città dove gli investitori avrebbero più interesse a piazzarsi, cosi come Praga e Mosca, mentre Amsterdam e Francoforte sono diventate già troppo care.

asia,settore immobiliare,economia,attualità,finanza,denaro,investimentoApprofodimento

Documento: Money into Property Global 2011 by DTZ (documento in format Pdf, lingua inglese)

Wikipedia: PIIGS powered by Virgilio Sapere

Credits Fotografia: fotografo Chng Eu Lee sito personale photographybyeulee.

asia,settore immobiliare,economia,attualità,finanza,denaro,investimento


 

Scritto: da Luis Batista

 

 

La cultura dell’Asia e dell’area del Pacifico, le loro tradizioni, la politica e l’economia del quadrante, la loro arte, la loro storia e la loro filosofia ti affascinano e sei sempre alla ricerca di informazioni o di chiarimenti? Su Virgilio Genio trovi le risposte migliori e le persone più esperte per risolvere i tuoi quesiti.

 

 

Codice QR dell’articolo: Trascinato dall’Asia, il settore immobiliare commerciale ritrova il suo vigore.

qrcode

QR Code Generator / Info, Supporto & FAQ

 

 

 

 

Disclaimer

Asia Focus non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7 marzo 2001 e nella fattispecie non è sottoposto agli obblighi previsti dalla legge n° 47 dell’8 febbraio 1948.

L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti ad esso collegati.

Alcune, immagini e materiale multimediale in genere inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, si prega di comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimossi.

 

Trascinato dall’Asia, il settore immobiliare commerciale ritrova il suo vigoreultima modifica: 2011-06-21T21:14:00+02:00da bellefotoblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento