Fiji – Il potere se la prende con il “pensiero negativo”

3432719458_19b58c9702_b.jpgSono due gli eventi che la scorsa settimana hanno messo in luce il carattere perverso e distruttivo della direzione che il regime militare del contro-ammiraglio Frank Bainimarama sembra aver intrapreso nelle isole Fiji.

Il primo è la comunicazione dell’intenzione di unirsi al “Movimento dei Paesi Non-allineati“, un’iniziativa che mira senza dubbio a creare imbarazzo ai governi di Wellington e Canberra. Il secondo è l’entrata in vigore di una legge dal titolo ampolloso: “Il decreto sullo sviluppo dell’industria dei mass media” che impone un ultimatum di tre mesi al Fiji Times, il più grande quotidiano del paese, affinché rinunci a rimanere proprietà del gruppo News Limited dell’australiano Rupert Murdoch, pena la chiusura.

r359756_1658826.jpgSe il primo sfiora il ridicolo, il secondo evento, purtroppo, dissipa le ultime illusioni sulla sensibilità del regime alle sottigliezze democratiche, poiché, nei fatti, il decreto emanato elimina la libertà d’espressione nelle Fiji.

Oltre a limitare le percentuali straniere nei capitali degli organi di stampa, il decreto prevede la creazione di un tribunale che si assicuri che nessuna pubblicazione possa andare contro “l’interesse nazionale o l’ordine pubblico”. Ciò significa, in sostanza, che la popolazione non sarà più in grado di sapere cosa combinano i vertici governativi. Il Fiji Times è sotto attacco in modo particolare, poiché, come ha specificato il procuratore generale, “veicola da almeno tre anni un pensiero negativo.”

Questi nuovi ordinamenti contro i mass media si allineano alla scia di provvedimenti già messi in atto, che tendono a privare il popolo di Fiji dei propri diritti, come l’abrogazione della costituzione, la repressione di qualsiasi contestazione e l’inosservanza delle promesse di ritorno alla democrazia.

Il Primo Ministro neozelandese John Key ha descritto questo decreto come “un passo di troppo”, dichiarazione che dovrebbe convincere il proprio governo che non solo non serve a nulla prostrarsi di fronte al regime di Suva (la capitale delle Isole Fiji), ma anzi, i tentativi di persuadere il contro-ammiraglio Bainimaram al fine di accelerare un ritorno alla democrazia sono stati interpretati – a torto – come il segno di un riconoscimento della legittimità del regime.

r592035_3794315.jpgQuesto “passo di troppo” dovrebbe anche condurre il governo neozelandese a rivedere i propri progetti turistici relativi alle Fiji: Tim Pankhurst, della Commissione neozelandese sulla libertà dei mass media, ha proposto un boicottaggio. È una buona idea. E se alcuni turisti neozelandesi potrebbero essere tentati di sostenere che le attività commerciali e i lavoratori delle isole non dovrebbero essere penalizzati a causa delle azioni del regime, è bene che siano consapevoli che, così facendo, minano gli sforzi diplomatici del proprio paese.

Basata sul turismo, l’economia delle isole Fiji raccoglie il 60% delle proprie risorse economiche nelle “pesanti” valute della Nuova Zelanda e dell’Australia. Nessun boicottaggio ufficiale può – né deve – essere imposto, tuttavia la riduzione del flusso  turistico potrebbe costituire una pressione supplementare, anche se, in ultima analisi, spetta solo agli isolani il compito di rispedire il contro-ammiraglio Bainimarama nella sua caserma e, da parte loro, i turisti, trascurando temporaneamente Fiji per privilegiare altre destinazioni del Pacifico, potrebbero consegnare un messaggio forte sulla “intoccabilità” della dirigenza politica di Suva.

Approfondimento

Video: Le isole Fiji – Il Popolo di Viti Levu. Powered by Virgilio Video

Wikipedia: Repubblica delle isole Figi. Powered by Virgilio Sapere

Credits: foto copertina di Jachin Sheehy

 

Scritto: da LuisB



La cultura dell’Asia e dell’area del Pacifico, le loro tradizioni, la politica e l’economia del quadrante, la loro arte, la loro storia e la loro filosofia ti affascinano e sei sempre alla ricerca di informazioni o di chiarimenti? Su Virgilio Genio trovi le risposte migliori e le persone più esperte per risolvere i tuoi quesiti.


Codice QR dell’articolo: Fiji – Il potere se la prende con il “pensiero negativo”

qrcode





Disclaimer

Asia Focus non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7 marzo 2001 e nella fattispecie non è sottoposto agli obblighi previsti dalla legge n° 47 dell’8 febbraio 1948.

L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, né del contenuto dei siti ad esso collegati.

Alcune, immagini e materiale multimediale in genere inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, si prega di comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimossi.

 

Fiji – Il potere se la prende con il “pensiero negativo”ultima modifica: 2010-07-13T12:08:00+02:00da bellefotoblog
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento